LE SOLUZIONI NATURALI PER CONCEPIRE UN BAMBINO – OMEOPATIA UNICISTA HAHNEMANNIANA
303
post-template-default,single,single-post,postid-303,single-format-standard,bridge-core-1.0.5,has-dashicons,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_popup_menu_push_text_top,qode-theme-ver-18.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.2,vc_responsive
 

LE SOLUZIONI NATURALI PER CONCEPIRE UN BAMBINO – OMEOPATIA UNICISTA HAHNEMANNIANA

LE SOLUZIONI NATURALI PER CONCEPIRE UN BAMBINO – OMEOPATIA UNICISTA HAHNEMANNIANA

Inizio apparente: zigote.

Inizio reale: principio vitale individuale.

Natura: principio vitale universale.

Lo zigote, cellula totipotente, derivante dalla fusione di spermatozoo e ovocita, tradizionalmente considerato il punto di partenza del nuovo individuo. In realtà, omeopaticamente parlando, il principio di vita va spostato anteriormente nell’asse temporale, o per essere più precisi nel momento dell’atto d’amore, che, inteso in senso puramente omeopatico hahnemanniano, esprime l’accoppiamento di forza vitale. La fusione delle energie vitali avviene sempre sotto l’occhio vigile e attento del principio universale, che poi si impersoni fica, grazie all’azione energetica della coppia, nello zigote, divenendo quindi un principio vitale individuale. Pertanto, prima, si crea un imprinting energetico-immateriale (energia vitale), che contribuirà in maniera determinante al dinamismo della funzione cromosomica dello zigote, cellula totipotente.

Affinchè ciò avvenga, la natura, principio vitale universale, deve essere rispettata ed amata, mediante un’amore reciproco tra uomo e ambiente. L’incontro psico-fisico tra individuo maschile e individuo femminile è un naturale richiamo primordiale, con questo spirito omeopatico hahnemanniano dovrebbe essere affrontata la soluzione naturale al concepimento.

L’Omeopata unicista, attraverso una visita mirata e approfondita, valuterà lo stato psico-fisico della coppia e cercherà attraverso la somministrazione di rimedi costituzionali il ritrovamento della purezza interiore, ovvero alla massima espressione del principio vitale individuale, per mezzo di un equilibrio di energia vitale. Se l’equilibrio di energia vitale è distorto, sarà più difficile concepire in maniera naturale un bambino o se il concepimento avviene potranno esservi alcuni ostacoli durante il corso della gravidanza.

Non è possibile stabilire un elenco di rimedi atti per il concepimento, poiché la catena di eventi connessi a ciò è talmente delicata e diversificata, che solo un percorso individuale e personalizzato, che inglobi una visione olistica può condurre ad un risultato il più puro possibile. L’Omeopata dovrà anch’egli partecipare al risultato, donando anch’egli un amore, ovvero l’amore per la professione medica che sta svolgendo.  L’amore puro condurrà alla nascita di un bimbo forte con un corredo genetico mirato al benessere e alla funzionalità esistenziale. Solo così si potrà affrontare in maniera globale e individuale il problema, senza intaccare le sacre leggi della natura. Pertanto l’Omeopatia, in linea teorica, non può essere a favore di tecniche di fecondazione assistita, donazione di ovuli o di spermatozooi, poiché esiste una storia non scritta, che va rispettata e accettata.

In conclusione: la coppia effettuerà un percorso, insieme al medico Omeopata, che li condurrà, attraverso la somministrazione del rimedio costituzionale al ritrovamento di uno spirito puro, ovvero vitale, in grado di favorire l’incontro spontaneo tra spermatozoo e ovulo, generando uno zigote contenente un principio vitale individuale sano, in grado di generare una energia vitale congrua e quindi funzionale alla vita di quella famiglia, seguendo il cosiddetto ordine dell’amore.

Emanuele Dott. Compri